Yoga come terapia complementare

 

La pratica costante dello yoga può essere considerata una cura complementare a quella medico-farmacologica in molte patologie.
Uno dei concetti su cui si basa lo yoga è la considerazione del corpo come un’unica entità: non è possibile scindere una parte del corpo da un’altra o il corpo dalla mente.

L’essere umano è composto da mente corpo e spirito e lavorando sul miglioramento di una parte del sistema (il respiro ad esempio) si agisce di conseguenza sull’intero organismo. Il respiro è una parte importantissima di questa disciplina poiché accompagna il movimento e ne favorisce la presa di coscienza. L’ascolto del respiro aiuta a rimanere concentrati sul corpo, ci aiuta a percepire i punti di maggior tensione o in alcuni casi anche di blocco.

Non solo, i disallineamenti e le disarmonie del corpo diventano consapevoli con la pratica yoga perché gli Asana (posizioni) educano alla percezione del corpo. Quello che si verificherà è un ascolto profondo, un’integrazione di respiro e movimento che procura senso di benessere fisico ed interiore. La pratica costante dello yoga favorisce lo sviluppo della forza vitale, migliora l’equilibrio e si distingue come metodo di riduzione dello stress, migliora il benessere complessivo e la qualità della vita sia in soggetti sani sia in pazienti affetti da malattie reumatiche e alcune delle malattie autoimmuni.

yoga terapia

 

Lo Yoga è utile in caso di Fibromialgia, Artrite Reumatoide, Osteoatrosi, Sclerosi Sistemica, di fronte a pazienti di questo tipo è importante considerare le condizioni individuali, la tolleranza al dolore, la capacità di riconoscere i propri limiti valutando se può essere opportuno fare lezioni individuali o di gruppo. I movimenti iniziali saranno di distensione, decontrazione e scioglimento, anche per poter valutare la capacità respiratoria della persona così da cercare la corretta coordinazione tra respiro e movimento. Un respiro corretto consente di lavorare in modo corretto e profondo sull’ allineamento della colonna vertebrale, sul rilascio delle fasce muscolari in tensione. Lavorare su un corpo senza tensioni muscolari è già un processo terapeutico.

Yoga


Nelle malattie reumatiche sono più indicate le posizioni da eseguire a terra, mai tenere posizioni a lungo e mai provare dolore. In caso di dolori articolari acuti è necessario interrompere la pratica. Viene proposta una pratica dolce educando la persona all’ascolto ed al rispetto del proprio corpo. Posizioni dolci, movimenti di scioglimento delle articolazioni, tecniche di rilassamento e lavoro sul respiro creano un approccio completo su corpo e mente, portando la persona ad affrontare la quotidianità con maggior forza e vitalità, a migliorare notevolmente la qualità del sonno e ad avvertire anche una significativa diminuzione del dolore.

Yoga

 

Le lezioni di Yoga Terapia si svolgono presso Sorgente Ancona

  • giovedì alle ore 17

durata della lezione 60 minuti.

 

Scritto da:

Elena Zampetti

Per maggiori informazioni ed iscrizioni :

Segreteria Sorgente 331 915 2695