Disturbi Cervicali: come trattarli con il Tuina

 

La prima grande distinzione da fare riguarda le patologie acute ed improvvise, quindi più recenti, e quelle croniche con le quali si convive da mesi o addirittura anni.

L’altra distinzione riguarda l’eziologia del disturbo:
alcuni hanno un eziologia climatica, come nel caso dei colpi di vento, aria condizionata, freddo o umidità, altri possono essere disturbi cronici con i quali conviviamo, dovuti a dolori artrosici e infiammazioni.

Altri dolori cervicali sono dovuti a posture sbagliate che si assumono involontariamente o a causa di movimenti ripetuti sul lavoro.

Ci sono, poi, quelli dovuti ad ernie o compressione dei dischi intervertebrali che estendono il dolore a tutto il braccio, con formicolio e addormentamento dell’arto, o alle scapole.

Infine, da non sottovalutare, tutte quelle cervicalgie ad eziologia emotiva causate da sensazioni negative come ansia, stress e nervosismo.

UNA SOLUZIONE: IL TUINA

Insomma, il dolore cervicale è tra i più diffusi eppure pochi sanno che un approccio molto efficace è dato proprio dalla medicina cinese e dal Tuina.

Dopo una prima valutazione si inizia un ciclo di trattamenti che solitamente da molta soddisfazione in quanto la persona già dalle prime sedute sente aumentata la mobilità (torsione e flessione) e diminuito il dolore.

DOLORI CERVICALI E AURICOLOTERAPIA

Un valido aiuto arriva dall’auricoloterapia.
Nel corso della mia esperienze ho notato come l’applicazione di questi semini di vaccaria in determinati agopunti dell’orecchio rafforzasse il lavoro fatto in studio accelerando la remissione dei sintomi.

AUTOTRATTAMENTO

Infine, ai più volenterosi, rilascio sempre un minitrattamento che possono eseguire da soli a casa ogni volta che ne sentono il bisogno.
In questo modo ci si prende cura di sé e si limitano le ricadute.

 

Elisa Berrettoni

Per maggiori informazioni e appuntamenti :